20
APR
NO Smoking per United For Progress di Mario Cucinella Architects

In occasione degli Interni Designer’s Week, fino al 23 aprile si potrà visitare alla Biblioteca degli Alberi di Milano la suggestiva installazione  un temporanea  “United for Progress” di Mario Cucinella realizzata per Audi Italia.

Per la presentazione l’architetto ha scelto le sedie No Smoking di Officine Tamborrino quali unico elemento di design, perché oggetto manifesto di un design sostenibile e di economia circolare. 

L’identità di United for Progress è simbolicamente rappresentata dal segno dell’infinito e che ben rappresenta l’idea di un modo di essere dove luoghi, persone e competenze sono al centro di un percorso volto a raccogliere sfide e a oltrepassare limiti.

L'installazione diviene così una estensione dello spazio pubblico del parco, un luogo di scambio e conoscenza pensato come un laboratorio urbano in cui esplorare un ritrovato rapporto tra uomo e natura, per connetterci a valori e progetti comuni.

E così le sedie No Smoking, design Andrea Epifani, hanno battezzato per prime questo ritrovato legame, immerse nell’architettura più contemporanea e nella visione di un mondo sempre più sostenibile. 

Alla presentazione sono intervenuti Giuseppe Sala, sindaco di Milano , Alida Forte Catella, Amministratore Delegato COIMA Image e Vicepresidente Fondazione Riccardo Catella, FABRIZIO LONGO, Direttore Audi Italia, Mario Cucinella , Architetto MC A – Mario Cucinella Architects. Ha moderato il giornalista Giangiacomo Schiavi 

Grazie all’unveiling e alla possibilità di scoprire di persona nuova Q4 e-tron, Audi ridisegna la sua presenza a Milano focalizzandosi sul cambio di paradigma energetico per un impatto positivo sull’ambiente, affidando a Mario Cucinella e al suo studio MC A - Mario Cucinella Architects, leader sul fronte della progettazione sostenibile, l’installazione “United for Progress”

L’installazione è costituita da una sotto struttura metallica modulare e rivestita interamente
da pannelli di legno, materiale simbolo dei paradigmi sostenibili della città del futuro, l’arena centrale, formata da 12 gradoni (6 per parte), offre ai visitatori uno spazio di aggregazione informale (nel rispetto delle misure di prevenzione e controllo
della SARS-CoV-2), oltre che nuove prospettive del parco, sia durante il giorno che durante la notte, grazie ad un sistema di illuminazione full-LED integrato.

Il progetto è stato realizzato seguendo i principi del Design for Disassembly:
sarà possibile separare e recuperare tutti i materiali utilizzati una volta terminata la Interni Designer’s Week e il periodo di esposizione.